Concepimento, Rimanere incinta

Non riesco a rimanere incinta, perché?

non riesco a rimanere incinta

Non riesco a rimanere incinta

Perché non riesco a rimanere incinta? Questa è una delle domande più frequenti tra le donne che hanno deciso di programmare una gravidanza. Rimanere incinta subito non è poi così facile come si potrebbe pensare. Anche avendo rapporti completi non protetti durante i presunti giorni fertili, ci potrebbero volere mesi per concepire. A volte la colpa può essere solo dello stress, altre volte il ciclo ha bisogno di riassestarsi dopo un lungo periodo di assunzione della pillola anticoncezionale, altre volte invece può esserci qualche problema medico alla base. In genere, se dopo un anno di rapporti completi non si riesce a rimanere incinte, è bene rivolgersi ad un ginecologo, meglio se esperto in fertilità. Se l’età della donna supera i 35 anni e se si sa di avere o aver avuto in passato problemi ormonali o all’apparato riproduttivo, la soglia va abbassata a sei mesi. Non bisogna però subito allarmarsi, non sempre le difficoltà di concepimento sono legate ad una malattia. Allo stesso modo, non bisogna farsene una colpa: potrebbe trattarsi di infertilità femminile, ma anche maschile.

Non riesco a rimanere incinta, perché?

Le cause per cui concepire risulta difficile possono essere diverse, dallo stress all’abuso di alcol e fumo, come pure l’eccessiva magrezza e il sovrappeso. Tra i fattori che più influiscono sulla fertilità ci sono:

  • età avanzata, soprattutto nella donna. Dopo i 35 la fertilità inizia a diminuire sempre di più, raggiungendo i valori minimi dopo i 40 anni. Per l’uomo l’età è meno significativa, ma la qualità e la quantità degli spermatozoi peggiorano comunque con il passare degli anni;
  • eccessiva magrezza, sovrappeso o obesità. Avere problemi di peso può provocare un’alterazione degli ormoni steroidei che regolano il ciclo, causando infertilità. Per questo è fondamentale raggiungere il peso forma con una corretta alimentazione e attività fisica;
  • stile di vita errato. Abuso di alcol, fumo di sigaretta, stress ed esposizione ad agenti inquinanti possono danneggiare la salute e la fertilità sia maschile che femminile;
  • infezioni e malattie sessualmente trasmissibili, come sifilide, gonorrea e clamidia, possono provocare sterilità. Per questo in caso di strane perdite, bruciore, prurito e/o dolore durante i rapporti è necessario sottoporsi ad una visita specialistica;
  • endometriosi. Si tratta di una malattia che provoca una crescita anomala dell’endometrio, il tessuto che riveste la superficie uterina e che causa infertilità;
  • uso di steroidi anabolizzanti in dosi elevate;
  • patologie mediche dell’apparato riproduttivo maschile e/o femminile (polipi, tumori, varicocele eccetera).

Non riesco a rimanere incinta, cosa posso fare?

Cosa fare, quindi, se non si riesce a rimanere incinta? Prima di tutto, è bene recarsi dal proprio ginecologo di fiducia per una visita di controllo, che escluda problemi ormonali o alle ovaie e all’utero, come ovaio policistico ed endometriosi. In caso di problemi di infertilità è meglio recarsi da un medico specializzato in tale ambito, che saprà prescrivere la cura più idonea e dare consigli su come agire. In ogni caso, è bene avere rapporti frequenti duranti i giorni fertili, avere uno stile di vita corretto, evitando fumo, alcol e caffè, adottando una corretta alimentazione e facendo una moderata attività fisica.

Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *