Concepimento, Rimanere incinta

Giorni fertili: quali sono e come calcolarli

giorni-fertili-gravidanza
Come si calcolano i giorni fertili

Per ottimizzare le possibilità di gravidanza, è fondamentale conoscere i giorni fertili durante i quali avere rapporti. Ma quali sono i giorni fertili e come si calcolano? Il linea di massima, possiamo dire che sono quelli dell’ovulazione, che in un ciclo mestruale regolare di 28 giorni comincia il 14esimo giorno e dura per cinque giorni. L’ovulazione in realtà dura circa 24 ore, ma il periodo fertile è più lungo perché gli spermatozoi vivono circa 72-96 ore all’interno delle tube. È possibile quindi restare incinte anche nella fase pre-ovulatoria, se gli spermatozoi maschili restano attivi fino al giorno dell’ovulazione. I giorni più fertili sono quello immediatamente precedente l’ovulazione e il giorno stesso.

Calcolare i giorni fertili in un ciclo irregolare

Se con un ciclo regolare di 28 giorni calcolare l’ovulazione è semplice, diventa più complicato riuscirci quando il ciclo è irregolare. In questo caso, si può individuare l’ovulazione in base ad alcuni sintomi tipici, come l’aumento della temperatura basale, perdite vaginali fluide e trasparenti e dolore addominale in corrispondenza dell’ovaia che sta ovulando. Si tratta però di sintomi che non sempre indicano che si sta ovulando, quindi in caso di ciclo irregolare, il miglior modo per conoscere il periodo fertile è utilizzare dispositivi elettronici appositi o test di ovulazione che si possono comprare in farmacia.

Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *