Famiglia

Padre assente: ecco le conseguenze per il bambino

Padre assente

Le conseguenze di un padre assente possono essere davvero tante e serie per un figlio.
La figura paterna è un riferimento affettivo ed emotivo importante.
Gli effetti della sua mancanza possono comportare problemi di natura comportamentale, affettiva e psicologica. Tali difficoltà possono gravare sul bambino anche in età adulta.
Il padre assente non è una persona che manca solo in senso fisico, ma piuttosto è emotivamente distante. Si tratta di un genitore che non stabilisce alcun vincolo con i propri figli, oltre al legame di sangue.

Questo distacco può comportare conseguenze importanti nello sviluppo emotivo e cognitivo di un bimbo. Eppure il padre è molto importante fin da quando il piccolo si trova ancora nel pancione.
Il cervello e l’emotività di ogni bambino sono bisognosi di stimoli e di rinforzi positivi. Tali sollecitazioni da parte del padre permettono al figlio di crescere in modo maturo e sicuro.
Un padre assente genera insicurezze, vuoti emotivi e spesso difficoltà nel comportamento.
Forse si tratta di una persona che non è riuscita ad affrontare in modo sereno tutti i cambiamenti dovuti all’arrivo di un figlio. Oppure di qualcuno che affronta insicurezze personali indipendenti dalla paternità.

padre assente

Genitori e figli

Ogni neonato regala a chi lo circonda affetto incondizionato. Ma crescendo, un bambino può sviluppare delle aspettative emotive nei riguardi dei propri genitori.
Quando da parte del padre mancano affetto, comunicazione e interazione, il piccolo ha grandi probabilità di incorrere in un analfabetismo emotivo. Cioè di non essere in grado di riconoscere e manifestare i propri stati d’animo. Questo distacco affettivo può rendere un figlio insicuro di se stesso e incapace di stabilire rapporti anche con altri.

Un padre assente può causare l’isolamento sociale del proprio figlio.
Queste insicurezza possono manifestarsi in maniera tanto profonda da persistere anche in età adulta.
È probabile che questi bimbi diventino adulti timorosi di essere traditi, rifiutati o ignorati.

Come superare l’assenteismo paterno

Se il bambino ha il sostegno di altre figure familiari come la madre o i nonni, sarà in parte possibile supplire alla mancanza del padre. L’affetto di una madre per un figlio può essere tanto grande quanto difficile da esprimere a parole. Ma anche il padre è fondamentale e se c’è dovrebbe assumere le proprie responsabilità emotive.
Ogni padre dovrebbe essere un papà presente e affettuoso. Non basta sostenere la famiglia solo a livello economico, anche la dimensione affettiva è molto rilevante.

Per cercare di risolvere i problemi che comporta l’assenza paterna nel bambino la mamma dovrebbe provare a capirne le cause. Il dialogo nella coppia potrebbe essere la chiave giusta per intervenire. Se il problema consiste nel rapporto di coppia, i genitori dovrebbero anteporre il benessere del piccolo alla loro relazione affettiva.
Quando invece alla base ci sono problematiche più profonde, di carattere personale o psicologico, può essere più indicato rivolgersi ad uno psicologo.
In ogni caso, a prescindere dalle motivazioni che possono frenarlo emotivamente, ogni padre, come genitore dovrebbe sforzarsi di costruire un legame emotivo col proprio figlio.

Tutti i bambini hanno il diritto di essere circondati da persone che sappiano dare loro amore, sicurezza e serenità. Essere genitori è un mestiere difficile che comporta una grande impegno sia fisico che soprattutto emotivo.

Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *