Famiglia

Rapporto di coppia: cosa cambia dopo la nascita di un bimbo

Rapporto di coppia

State aspettando un bimbo e vi sembra di non essere mai stati così felici?
La nascita di un figlio è sicuramente il dono più bello, ma può, allo stesso tempo, provocare un terremoto emotivo nel rapporto di coppia.
Un figlio comporta molte responsabilità materiali e affettive, ci impone di rinunciare al nostro egoismo per diventare genitori.
Se troveremo le giuste modalità per costruire nuovi equilibri, il rapporto di coppia sarà rafforzato. Ma se invece ci arrenderemo ai cambiamenti, potrebbe subire colpi tanto duri da causarne la fine.
Gli aspetti fondamentali da considerare sono: l’amore per il nostro partner, il dialogo ed il supporto reciproco.

Cosa cambia nel rapporto di coppia dopo la nascita di un bimbo

L’arrivo di un figlio ci rende genitori.
Saremo capaci di essere sempre amorevoli e responsabili?
Ci saranno diverse occasioni nelle quali dovremo mettere da parte le nostre esigenze personali. Capiteranno momenti in cui saremo stanchi e per questo più nervosi. Emotivamente ci sentiremo diversi: felici, ma anche a volte magari un po’ malinconici per la vita spensierata che avevamo.
Se il nostro compagno ci aiuterà nelle faccende domestiche, ci sentiremo supportate e comprese.
Soprattutto i primi mesi, il rapporto di coppia non sarà differente solo dal punto di vista affettivo. Anche la nostra intimità subirà dei cambiamenti. Probabilmente la ripresa dell’attività sessuale non sarà immediata.

Noi mamme ci sentiremo stanche per il parto e l’allattamento, avremo un umore altalenante a causa degli ormoni. Il nostro aspetto sarà diverso: la pancia molle ed i seni gonfi.
I papà potrebbero sentirsi trascurati, vedendoci tanto prese dal nostro piccolo potrebbero avvertire un po’ di gelosia.
Entrambi avremo bisogno di conferme e rassicurazioni.
In questi momenti dovremo tentare quanto più possibile di mantenere vivo il dialogo.
Sarà importante confrontarsi e confidarsi.
Dovremo cercare di affrontare insieme difficoltà e alcune presenze scomode, come ad esempio una suocera invadente. Un rapporto di coppia stabile si basa, infatti, proprio sulla complicità. Comunicare al nostro partner le nostre paure e desideri, servirà a farci sentire entrambi meno soli.

rapporto di coppia

Cosa dovremmo evitare di fare

  • Dobbiamo evitare di farci alienare completamente dal piccolo. Specie nei primi giorni, la presenza di nostro figlio ci assorbirà completamente, ma dovremo riuscire a ricavarci qualche momento per noi stesse e per il nostro compagno.
    Abbiamo dato alla luce nostro figlio, vogliamo amarlo e proteggerlo ma non possiamo dimenticare di prenderci cura anche di noi stesse e del nostro rapporto di coppia.
  • Non dobbiamo farci condizionare dalla stanchezza.
    È vero le nostre priorità sono cambiate, ma questo non significa dimenticare completamente quello che ci piaceva fare prima di diventare genitori. Dovremmo cercare di approfittate dei momenti in cui nostro figlio dorme per riposarci e stare insieme, magari anche solo vedendoci un film.
    Dobbiamo familiarizzare con la nostra nuova vita, inventando un nuovo equilibrio, accettandoci per quello che siamo. Sarà normale sentirsi un po’ scarichi a volte, ma dovremo tentare di scacciare la tristezza pensando al miracolo che abbiamo compiuto.
  • Dobbiamo evitare di scaricare su nostro marito eventuali frustrazioni.
    È normale vivere dei momenti di tristezza, sentirsi inadeguate o brutte e non riconscersi allo specchio. Se siamo provate non è perché siamo deboli, abbiamo compiuto l’atto d’amore più grande per la nostra famiglia.

Diventare genitori è una gioia che supera le nostre aspettative. Ma, allo stesso tempo, la genitorialità rivoluziona la nostra relazione coniugale e tutta la nostra vita.
Se sapremo diventare genitori senza smettere di essere complici e amanti avremo realizzato il sogno più bello. Una famiglia felice è fatta di persone che non solo si amano ma vogliono stare bene insieme.

Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *