Neonato

Attaccamento: come favorire il legame tra padre e figlio

Attaccamento padre-figlio

L’attaccamento paterno è molto importante per il neonato. Il modo in cui il rapporto padre e figlio viene costruito fin dai primi giorni incide nella crescita del bambino.
La psicologia e la pedagogia del secolo scorso si sono interessate molto di più alla relazione madre-bambino piuttosto che all’inclinazione paterna nei confronti del neonato.
Eppure diversi studi recenti hanno sottolineato l’importanza della presenza paterna nello sviluppo della personalità del bambino.

Una ricerca dell’università di Oxford ha esaminato la relazione paterna col figlio prendendo in esame un campione di 6.000 bambini. I risultati hanno dimostrato come l’attaccamento alla figura paterna sia un elemento che aiuta lo sviluppo dei più piccoli. L’aspetto interessante di questo studio riguarda anche la percezione del ruolo paterno. Inoltre viene posto un accento sull’importanza della qualità rispetto alla quantità del tempo col bambino.
Un papà empatico, che si prende cura del proprio bimbo, cercando di capirne bisogni emotivi e fisiologici renderà il proprio figlio un bambino sicuro.

attaccamento

Come favorire il rapporto tra papà e bambino

La paternità è una condizione che può essere davvero difficile da sostenere soprattutto nei primi periodi.
Prendersi cura del nuovo arrivato è un’esperienza molto più impegnativa di quanto ci si aspetti. Inoltre è pesante anche affrontare in modo positivo tutti i cambiamenti nel rapporto di coppia.
L’attaccamento tra padre e figlio può non essere immediato. A differenza di una mamma che porta in grembo il piccolo per 9 mesi, il papà entra per la prima volta in contatto col suo bimbo solo dopo la nascita. Eppure, se durante la gestazione ha fatto sentire la sua voce al pancione, il piccolo è già in grado di riconoscere la voce paterna.
Il legame con il piccolo dovrebbe essere creato fin dai primi istanti di vita.

Anche se, specie nei primi mesi, è la mamma che ha una maggiore responsabilità dovendo allattare il piccolo. Il papà può partecipare alle attività di accudimento facendo fare il ruttino al neonato, cambiandolo o vestendolo. Inoltre può occuparsi di lui anche quando manifesta eventuali fastidi, oppure quando piange, apparentemente senza motivo.
Interagire con un neonato può essere più facile e divertente di quanto pensiamo. Basta solo usare un po’ di fantasia per coinvolgere il piccolo anche nella lettura di un giornale o nella visione di una partita.
Anche il contatto pelle a pelle tra papà e neonato favorisce la creazione di un legame più intimo.
Questo tipo di contatto non solo induce un attaccamento migliore, ma ha notevoli altri effetti positivi. Il contatto pelle a pelle riesce ad esempio a prevenire la depressione post partum che può colpire anche i papà.

Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *