Famiglia, Neonato

Vacanze al mare: consigli su sole e mare per i bambini piccoli

Vacanze al mare

State progettando le vostre vacanze al mare?
Avete pensato a tutte le necessità dei vostri bambini piccoli?
Le vacanze con bambini sono divertenti, ma possono essere stancanti e difficili se non si seguono alcune indicazioni.
Mare e sole sono dei toccasana per i bimbi, ma hanno anche alcune controindicazioni che è importante conoscere.
Gli aspetti sui quali dobbiamo prestare la maggiore attenzione sono: come proteggere la pelle del bambino, mantenere una buona idratazione, controllare tempi e modi di esposizione al sole e cercare di evitare eccessivi sbalzi di temperatura corporea durante i bagni a mare. Chiaramente è fondamentale anche prestare attenzione alla sicurezza dei giochi in acqua e sulla spiaggia.
Poi via libera allo svago! La vacanza al mare può rappresentare anche un’occasione per abituarsi ai cambiamenti del rapporto di coppia dopo l’arrivo di un figlio.

Consigli su sole e mare per i bambini piccoli

Per proteggere la pelle del nostro bambino e garantire la sua sicurezza al mare dobbiamo:

  • applicare una buona crema solare almeno 15 minuti prima dell’esposizione alla luce del sole;
  • tenete i bambini molto piccoli (entro l’anno di vita) al riparo dai raggi diretti del sole troppo caldo;
  • evitare in particolare l’esposizione al sole tra le ore 11 e le 16;
  • coprire il piccolo, specie se ha una carnagione chiara, con un cappello meglio se con visiera, maglietta a maniche lunghe e pantaloni lunghi ma leggeri;
  • prestare attenzione alle luci riflesse, sabbia e acqua possono riflettere radiazioni nocive;
  • proteggere il bimbo anche sotto l’ombrellone o in giornate nuvolose;
  • proteggere anche gli occhi, specie se chiari, con cappelli con visiera o meglio occhiali specifici;
  • ricordare che le parti del corpo più delicate sono: naso, labbra, orecchie, collo, spalle e cuoio capelluto;
  • esaminare la pelle del bambino regolarmente, valutare qualsiasi cambiamento dei nei o delle macchie cutanee;
  • applicare la crema idratante o l’olio emolliente dopo sole;
  • fare bagni in acqua pulita e con temperature miti;
  • evitare di far sostare troppo tempo il bimbo in acqua subito dopo un pasto abbondante;
  • nel caso in cui il piccolo stia assumendo farmaci, dobbiamo informarci dal pediatra se possono essere controindicati al mare.

vacanze al mare

Sole per bambini

L’esposizione al sole può comportare diversi pericoli.
Come sappiamo, un’esposizione prolungata ai raggi Uv può aumentare il rischio di sviluppare tumori della pelle. Inoltre, alcuni studi indicano che essa comporta anche una maggiore probabilità di contrarre infezioni virali, batteriche e fungine.
Il sole danneggia il Dna delle cellule, incide negativamente sull’elasticità della pelle e la fa invecchiare.

Tuttavia il sole ha anche molti effetti positivi:

  • stimola il sistema immunitario;
  • migliora l’umore e il sonno;
  • favorisce lo sviluppo delle ossa, grazie alla sintesi della vitamina A;
  • disinfetta la pelle e favorisce la guarigione di eczemi, crosta lattea, acne e dermatite atopica;
  • controlla la produzione di leptina, un ormone che riduce l’appetito.

Per godere di tutti i benefici del sole dobbiamo proteggere la pelle del bambino con una crema solare con fattore di protezione solare di 50+. Meglio scegliere un prodotto con un filtro fisico naturale come l’ossido di zinco o il biossido di titanio. Ancora preferire una crema non profumata che ha maggiori probabilità di attrarre gli insetti.
Applicare la crema sempre almeno 15 minuti prima dell’esposizione al sole, anche sotto l’ombrellone, e rinnovare la crema solare ogni due ore e in ogni caso dopo il bagno.
Evitare le ore più calde, tra le 11 e le 16. In questa fascia oraria, infatti, l’irraggiamento e l’intensità dei raggi UvB hanno una potenza massima.

Mare per bambini

Le vacanze al mare sono un’ottima scelta perché non solo il sole, ma soprattutto il mare fa bene ai bambini.
L’acqua salata aiuta a curare infiammazioni e lesioni cutanee di varia entità.
Anche l’aria di mare è salutare perché ricca di iodio, magnesio, potassio e altri preziosi sali minerali. Respirarla aiuta a purificare le vie respiratorie e i seni nasali e stimola il sistema immunitario.
Un periodo prolungato al mare può aiutare i bambini a superare meglio l’attacco degli agenti patogeni durante l’autunno e l’inverno successivi.
Aria di mare e sole stimolano la crescita.

Ancora l’aria di mare migliora la respirazione grazie alla sua maggiore pesantezza. Al mare i bambini beneficiano di una migliore ossigenazione del sangue che contribuisce anche a riequilibrare il metabolismo. Spesso il mare incide nel sonno dei neonati.
Possiamo dire quindi che per i bambini le vacanze al mare sono molto indicate, ma è necessario seguire alcune buone norme, che comunque sono utili anche per i più grandi.

Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *