Gravidanza, Mamme

Calcolo settimane della gravidanza: come farlo nel modo giusto

Calcolo settimane della gravidanza

Il calcolo settimane della gravidanza è molto utile perchè quando rimarrete incinte i ginecologici utilizzeranno questo e non il calcolo in mesi. Infatti molto spesso si sente dire che si è alle dodicesima settimana e non al terzo mese. Ma come si calcolano? Esistono dei conti ad hoc che sono in grado di stabilire il momento esatto in cui verrà alla luce il tuo bambino.

Inizio delle settimane della gravidanza

Visto che non è possibile sapere quando lo spermatozoo si è incontrato con l’ovulo, si prende come punto di riferimento l’ultimo giorno di mestruazione. Già, l’ultimo giorno di ciclo corrisponde all’inizio della tua gravidanza, anche se in realtà il concepimento è avvenuto giorni dopo. Questo perchè l’ultimo giorno di ciclo è un giorno sicuro, l’incontro tra ovulo o spermatozoo no. Ecco perchè quando vi accorgete di essere incinte siete già alla quarta settimana, nella maggior parte dei casi.

Calcolo settimane della gravidanza

Il calcolo è molto semplice: iniziate a contare le settimane di vita del vostro bambino dall’ultimo giorno di mestruazione. Le settimane sono sempre di sette giorni mentre i giorni mensili variano, quindi questo conteggio è molto più efficace e veritiero. Importante è specificare una cosa: molto spesso si sente dire 12 settimane + 2. Cosa significa? Significa che la dodicesima settimana è conclusa e siete entrati nella tredicesima, al secondo giorno di gestazione.

Facciamo un esempio pratico

Proviamo a far il calcolo settimane della gravidanza di una ragazza che ha avuto l’ultima mestruazione il 1° Giugno. Ci troviamo al 18 Settembre. Di che settimana è? Sarà alla quindicesima settimana più quattro giorni. Alla ragazza mancheranno circa venticinque settimane prima di partorire il suo bimbo.

Calcolo settimane della gravidanza parto

Giorno del parto

Il calcolo settimane della gravidanza è utile per capire soprattutto quando sarà il parto. I ginecologi lo programmano per la quarantesima settimana. La mamma potrebbe partorire prima o dopo, infatti c’è un margine di errore, ma se dopo 8-10 giorni dalla scadenza ancora non ci sono contrazioni importanti si procederà all’induzione e ad un cesareo.

Ogni settimana di gestazione la sua particolarità

Il calcolo settimane della gravidanza è utile anche per capire come comportarsi con il proprio corpo a seconda del periodo di gestazione in cui ci si trova. Ad esempio nelle prime quattro settimane possono insorgere nausee e non è il caso di prendere medicinali, molto meglio lo zenzero (magari un infuso ogni mattina). Dopo questo periodo arriverà la prima rotondità e anche  la stanchezza. La cosa migliore sarà fare dei riposini pomeridiani. Non abbiate timore di farne quanti ne volete, li rimpiangerete! Alla settima settimana si affineranno gli odori e sentirai di tutto, dal fumo alla più piccola puzza. Dopodichè inizierà il ciclo di visite ginecologiche, quindi in bocca al lupo!

Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *