Gravidanza, Parto

Regolo ostetrico: a cosa serve e come si usa

Regolo ostetrico

Regolo ostetrico: sapete di cosa si tratta? Eppure è un attrezzo utilissimo durante la gravidanza.
Il regolo ostetrico è uno strumento semplice e pratico per calcolare data presunta di parto e concepimento.
È composto da due dischi, uno più piccolo e uno più grande, di cartone o di plastica sovrapposti al centro. Il disco esterno elenca tutti i giorni dell’anno, divisi per mese. Il disco interno riporta, invece, le settimane di gravidanza e alcune note relative. Le indicazioni che è possibile trovare sono: l’inizio della percezione dei movimenti fetali, i periodo di aumentata tendenza all’aborto o di aumentato rischio, gli esami previsti per quella settimana, ecc.

Selezionando mese e giorno dell’ultima mestruazione il regolo ostetrico si posiziona automaticamente sulla data presunta del parto.
Esso indicata anche la data probabile del concepimento e poi le settimane di gravidanza in base alla data attuale.
Il regolo ostetrico, conosciuto anche come ruzzola o ruota della gravidanza, è molto usato da ginecologi ed ostetriche. Può essere acquistato in alcuni negozi che vendono accessori premaman o spesso si trova all’interno delle valigette contenenti materiali informativi sulla gravidanza.

Gravidanza

La gravidanza non dura 9 mesi di calendario, come si è soliti dire, ma 40 settimane. Tale periodo si calcola dall’inizio dell’ultima mestruazione alla data più probabile del parto.
Una gravidanza fisiologica più concludersi senza pericoli per mamma e bimbo tra 37 e 42 settimane. Durante la gestazione è molto importante conoscere in che periodo e settimana ci si trova. Le settimane di gestazioni sono diverse tra loro, alcune comportano dei rischi, come le prime. Altre, sintomatologie specifiche o necessitano di seguire alcune raccomandazioni.

regolo ostetrico

Calcolo settimane di gravidanza

In base alle settimane di gravidanza cambiano i parametri di riferimenti sulla crescita fetale. Alcuni esami prenatali devono essere eseguiti necessariamente in specifiche settimane. Anche i sintomi della gravidanza possono e devono variare in relazione alle settimane.
Il calcolo settimane gravidanza è fondamentale per il benessere di mamma e bambino. Non basta conoscere solo la data presunta parto, ma anche il periodo specifico della gestazione.

Come calcolare le settimane di gravidanza? Oltre al regolo ostetrico, ci sono altri sistemi per sapere in quale settimana ci si trova. Le modalità virtuali di calcolo sono quelle che vanno per la maggiore. Sono facili da usare, spesso necessitano solo dell’inserimento di alcuni dati. I dati ottenuti sono quasi sempre abbastanza corretti.

Oltre ai calcolatori su molti portali che trattano di maternità, esistono anche numerose applicazioni. Queste app consentono di calcolare la settimana di gravidanza nella quale ci si trova. Questi programmi forniscono, inoltre, spesso anche indicazioni utili sullo sviluppo del feto e sullo stato di salute della mamma.
Il regolo ostetrico è uno strumento utile come anche gli altri mezzi citati per il calcolo gravidanza. Ma se abbiamo dei dubbi riguardo ai sintomi o perdite o altro, non esitiamo a contattare il nostro ginecologo.

Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *