Famiglia, Mamme

Bonus mamme 2017: come ricevere gli 800 euro

(Articolo aggiornato in data 17/03/2017)

Bonus mamme 2017, di cosa si tratta

Il bonus mamme 2017 è stato stanziato dalla nuova legge del Bilancio elaborata dall’ex governo Renzi e proseguita dall’attuale governo Gentiloni. Anche noto come “premio della nascita”, “bonus gravidanza” o “premio all’adozione di minore”. Si tratta di un beneficio economico di supporto alle donne che partoriranno nell’anno corrente. Per questo progetto il governo di Stabilità ha messo a disposizione delle famiglie circa 600 milioni di euro ed ogni mamma potrà richiedere il bonus, che corrisponde a 800 euro. È stato fatto per aiutare le donne in un periodo difficile, ovvero quello del pre-gravidanza, quando le spese sono ingenti. Se rientrate in questa categoria, andiamo a vedere le modalità per fare la domanda, quando potrà essere fatta, a chi spetta e come verrà erogata.

Bonus mamme 2017

A chi spetta il bonus mamme 2017

Il bonus mamme domani 2017 spetta a tutte le donne incinte dal settimo mese di gravidanza. In questo caso serve per finanziare le spese pre-parto: comprare tutto il necessario per i primi giorni dopo la nascita, le visite mediche ecc ecc. Ma può essere richiesto anche da coloro che hanno già partorito in questo anno, quindi nel mese di Gennaio e Febbraio, o che partoriranno nei prossimi mesi. Purchè venga fatto sempre dopo il settimo mese di gestazione. La particolarità di questo beneficio è che non ha vincoli economici. Non c’è un tetto massimo di reddito. Per questo non è necessario presentare il proprio ISEE famigliare, a differenza del bonus bebè. Infatti in quest’ultimo caso ci sono dei criteri economici da rispettare: non si possono superare i 25 mila euro lordi annui.

Come richiedere il bonus mamme 2017

Il bonus potrà essere richiesto all’Inps seguendo diverse modalità. È possibile farlo autonomamente sul portale tramite codice Pin personale non appena sarà presente il bando ufficiale. Se ancora non possedete questo codice cercate di averlo il prima possibile. Le procedure per averlo non sono immediate e potreste rischiare di andare oltre i termini ultimi di domanda. Altrimenti potreste richiedere il beneficio tramite il vostro CAF di appartenenza, che vi aiuterà passo passo ad ottenerlo. Un’altra modalità ancora è quella di chiamare l’URP dell’Inps al numero  verde 803 164 e richiedere tutte le informazioni che vi interessano. Al momento non è ancora presente alcun bando, quindi controllate con cadenza periodica tutte le pubblicazioni, in attesa che esca.

In quanto consiste il bonus?

Il bonus mamme domani 2017 consiste in un bonifico di 800 euro erogati una tantum e in una soluzione unica. Come abbiamo già detto, spetta a tutte le donne in gravidanza o che partoriranno nel 2017, senza alcun limite. Quindi se siete in questa categoria non perdete occasione per avere questo sussidio statale.

Il particolare caso dell’adozione

Questo beneficio spetta anche alle famiglie che hanno deciso di adottare un minore nel 2017. L’adozione deve essere andata naturalmente a buon fine nello stesso anno. Non viene erogato al momento della richiesta, ma nel caso dell’effettiva riuscita. Si tratta dello stesso importo e delle stesse modalità per le donne in gestazione.

AGGIORNAMENTO:

L’Inps ha integrato i requisiti necessari per usufruire del bonus mamme 2017. Condizione necessaria è avere la residenza in Italia, oppure avere la cittadinanza italiana o comunitaria (nel caso particolare di rifugiato politico con protezione sussidiaria). Potranno usufruire del beneficio una tantum solo coloro che rientrato in uno di questi casi verificatasi dal 1° Gennaio 2017:

  • Compimento del 7° mese di gravidanza
  • Parto
  • Adozione di minore con sentenza definitiva
  • Affidamento preadottivo nazionale

È confermato invece che non bisognerà presentare alcuna dichiarazione dei redditi (ISEE).

Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *