Concepimento, Rimanere incinta

Rimanere incinta con la pillola, è possibile?

rimanere incinta con la pillola

Rimanere incinta con la pillola

Rimanere incinta con la pillola è possibile? Anche se abbastanza raramente, sì. La pillola è il metodo anticoncezionale più efficace (99% di efficacia), eppure in caso di errata assunzione può capitare che non funzioni. Di solito, la pillola va presa una volta al giorno per 21 o 28 giorni consecutivi, a seconda della tipologia. Le confezioni da 21 pillole prevedono una pausa di 7 giorni prima di cominciare ad assumere un nuovo blister, mentre quelle da 28 vengono assunte senza interruzione. Nei 7 giorni di pausa, normalmente l’efficacia contraccettiva continua e si presenta la cosiddetta “emorragia da sospensione“, ovvero delle perdite ematiche simili a delle normali mestruazioni. Ovviamente, per essere efficace, la pillola anticoncezionale deve essere assunta regolarmente tutti i giorni alla stessa ora. In caso di dimenticanza, l’ipofisi potrebbe risvegliarsi, riattivando l’ovulazione che gli ormoni contenuti nella pillola avevano bloccato.

Rimanere incinta con la pillola: cause

Oltre ad una dimenticanza, anche l’improvvisa sospensione della pillola, specialmente se nella settimana precedenti si ha avuto un rapporto, può causare una gravidanza. Gli spermatozoi, infatti, sopravvivono all’interno delle tube di Falloppio per circa 5 giorni. È possibile rimanere incinta con la pillola anche se:

  • si assume una pillola a dosaggio ormonale troppo basso, non sufficiente a bloccare l’ovulazione;
  • si hanno episodi di vomito o diarrea nelle 4 ore successive all’assunzione della pillola, in quanto potrebbero ridurne l’assorbimento;
  • si assumono alcuni farmaci come antibiotici e anticonvulsivanti, che potrebbero interferire con l’assorbimento degli ormoni;
  • si hanno rapporti completi non protetti con preservativo durante i primi 7 giorni di assunzione. Ovviamente, questo vale solo quando si comincia ad assumere la pillola per la prima volta e non dopo la pausa di sospensione prima del nuovo blister.

In tutti questi casi, per evitare una gravidanza indesiderata, è bene avere rapporti protetti con preservativo.

rimanere incinta con la pillola sintomi

Rimanere incinta con la pillola sintomi

Quando si rimane incinta con la pillola, possono presentarsi i tipici sintomi di concepimento, ovvero:

  • stanchezza,
  • nausea,
  • disturbi gastrointestinali (tra cui stipsi),
  • perdite da impianto,
  • mal di schiena nella zona lombare.

La presenza di tali sintomi, tuttavia, non significa necessariamente che è in corso una gravidanza. Molti di essi, infatti, sono presenti anche normalmente durante l’assunzione della pillola anticoncezionale, perché gli ormoni in essa contenuti danno all’ipofisi il segnale di gravidanza in corso, in modo da disattivare l’ovulazione. In caso si presentino questi effetti collaterali, è il caso di parlarne con il ginecologo, per valutare il passaggio ad un altro tipo di pillola.

Rimanere incinta con la pillola rischi

Rimanere incinta con la pillola desta non poche preoccupazioni alle future mamme, che temono che gli ormoni in essa contenuti possano danneggiare la salute del feto. In realtà, dagli studi a riguardo è emerso che non c’è da preoccuparsi. È importante, comunque, in caso di test di gravidanza positivo, sospendere subito l’uso del farmaco e contattare il ginecologo, che saprà come agire.

Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *