Neonato

Battesimo: i trucchi per organizzarlo senza stress

battesimo

Dopo la nascita del vostro piccolino, avete deciso di battezzarlo. Il Battesimo è un sacramento molto importante, che non va preso alla leggera. Solo secondariamente sarà anche motivo di festeggiamenti con amici e parenti.

Organizzare un Battesimo perfetto non è complicato: è sufficiente pianificare tutto per tempo. Seguite i miei consigli e in 7 semplici passi la festa per il vostro bambino sarà un successo.

1. Scegliere la Chiesa

Solitamente per il Battesimo si sceglie la propria parrocchia, ma nulla vieta di farlo altrove, richiedendo però  il nulla osta alla prima. Alcuni parroci preferiscono raggruppare i battezzandi e celebrare un’unica cerimonia,  mente altri consentono la celebrazione del rito per un singolo bambino.

2. Scegliere data e orario

Il Battesimo può essere celebrato in qualsiasi mese dell’anno, anche se solitamente si scelgono i mesi primaverili, poiché danno la possibilità di trascorrere piacevolmente del tempo all’aperto prima e dopo la cerimonia. Dovrete anche informarvi presso il parroco su quali giorni siano dedicati al battesimo, infatti alcuni di sabato o di domenica non battezzano. Per quanto riguarda l’orario, dopo esservi accertati delle disponibilità della parrocchia, scegliete quello più comodo per il vostro piccolo e per voi, basandovi sugli orari in cui sapete che vostro figlio è più riposato e tranquillo.

3. Scegliere padrino e madrina

Il padrino e la madrina sono due figure molto importanti e vanno scelte con cura. Sono infatti  le persone che si assumono il compito di guidare vostro figlio insieme a voi, per crescerlo secondo i valori cristiani. Devono essere cresimati per poter svolgere questo ruolo. Solitamente si scelgono un uomo e una donna, spesso sposati; ma non è un obbligo: possono anche essere due persone che non sono legate da alcun vincolo sentimentale. È anche permesso scegliere una persona, che farà da sola da madrina o padrino al piccolo.

4. Fare una lista degli invitati

Oltre ai parenti stretti e agli amici più intimi, dovrete decidere se invitare anche tutti gli altri conoscenti. Personalmente ritengo che il battesimo sia una festa importante e da condividere con le persone che ci sono più vicine, ma nulla vieta di estendere gli inviti a molte altre persone. Ricordate che, indipendentemente dal tipo di battesimo che avete in mente, il numero delle persone andrà sicuramente ad incidere sui costi. Un’ottima alternativa se proprio volete invitare più persone ma volete contenere le spese, è quella di invitare alcune persone soltanto alla cerimonia in Chiesa. Gli inviti possono essere cartacei, ma anche più informali: potete inviare un SMS o una email per avvertire coloro che vorreste siano presenti.

5. Scegliere dove fare rinfresco e decidere il menù

È la cosa solitamente più dispendiosa, anche se nulla vieta di organizzare un battesimo low cost. La cosa più comoda è certamente affidarsi ad un locale che si occupi degli allestimenti e del menù. Ci sono molti ristoranti lussuosi ma anche molti agriturismi dove è possibile festeggiare in esclusiva o in sale attigue ad altri festeggiati. In ogni caso cercate di non esagerare con la quantità di mangiare offerto: troppo spesso dopo queste feste vengono buttati quintali di cibo avanzato ed è veramente un peccato. Spesso vengono offerti dei menù già prestabiliti, ma potreste accordarvi per eliminare qualcosa se ritenete che sia troppo abbondante… e magari ottenete anche uno sconto sul prezzo finale.

6. La torta

Il capitolo torta merita un discorso a parte rispetto al menu: solitamente i ristoranti offrono la più tradizionale crostata di frutta, ed è piuttosto conveniente. Ma ultimamente sembra che la torta personalizzata vada per la maggiore, che sia con forme particolari o con la pasta di zucchero tanto di moda negli ultimi tempi. L’importante è che la torta, oltre che bella, sia buona!

7. Scegliere le bomboniere

Le bomboniere sono importanti perché sono il ricordo che rimarrà ai vostri amici di questa giornata speciale. Il mercato offre davvero tantissime soluzioni: si passa dai più classici oggettini in argento, a formine per i biscotti, ad olio in piccole bottigliette e mille altre diavolerie. Si possono eventualmente scegliere anche le bomboniere solidali, contribuendo così a fare del bene attraverso una delle tante associazioni che le propongono.

Ricordatevi però che la cosa più importante a cui dovrete pensare nel giorno del Battesimo è vostro figlio, perché si senta amato e circondato da tutte le persone che gli vogliono bene.

Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *