Gravidanza

Sintomi concepimento: come riconoscerli

sintomi-concepimentoSintomi concepimento

Quando si vuole avere un bimbo, spesso si cerca di individuare i primi sintomi del concepimento già prima del ritardo del ciclo,qualche giorno dopo il rapporto. I sintomi di gravidanza, però, non sono così facili da individuare, cambiano da donna a donna e non sempre sono evidenti. Per questo alcune donne si rendono conto dei cambiamenti in atto subito, altre solo dopo settimane dal concepimento. Inoltre, i sintomi della gravidanza possono essere simili a quelli della sindrome premestruale che annuncia l’arrivo di un nuovo ciclo, quindi è meglio non essere troppo ansiose al riguardo. In ogni caso, vi elenchiamo quali sono i principali sintomi del concepimento avvenuto.

Ritardo del ciclo

Ovviamente, il primo sintomo di gravidanza è l’assenza delle mestruazioni. In realtà, un ritardo del ciclo non è sempre legato alla gravidanza. Esso può essere dovuto anche a sbalzi ormonali, ad un periodo di stress, oppure ad un dimagrimento eccessivo e vari problemi ginecologici da verificare in caso di test di gravidanza negativo.

concepimento-sintomiPerdite da impianto

Uno dei più comuni sintomi del concepimento sono le cosiddette perdite da impianto. Si tratta di piccole perdite di sangue, che di solito compaiono durante la prima settimana di gravidanza, ma che possono protrarsi per qualche giorno. Si chiamano “da impianto” proprio perché si verificano in concomitanza con l’impianto dell’embrione nell’utero. Tali perdite possono essere accompagnate da crampi addominali. Spesso esse compaiono negli stessi giorni in cui si aspettavano le mestruazioni, ma non vanno confuse con quest’ultime, che sono molto più abbondanti.

Malessere

Tra i primi sintomi di gravidanza ci sono anche malesseri vari, quali:

  • mal di schiena nella zona lombare, fastidio che compare già dalla prima settimana di gravidanza e spesso persiste (e peggiora) nel corso dei nove mesi;
  • mal di testa forte e continuo, legato ai cambiamenti ormonali, ma che può essere anche dovuto alla sindrome premestruale;
  • aumento dello stimolo a urinare, sintomo che aumenta con il passare dei mesi, a causa del rigonfiamento dell’utero che preme sulla vescica;
  • nausea, bruciore di stomaco e stitichezza;
  • svenimenti e capogiri, dovuti alla diminuzione della pressione sanguigna;
  • aumento della temperatura corporea.

sintomi-gravidanzaCambiamenti del seno

Molte donne all’inizio della gravidanza percepiscono dei cambiamenti del seno, dovuti agli ormoni. Il seno diventa più gonfio, a volte dolente, con areole più scure e capezzoli sensibili. Tutto ciò è dovuto al fatto che il corpo inizia fin da subito a preparare il seno all’allattamento.

Sbalzi d’umore e irritabilità

Molto frequenti in gravidanza sono gli sbalzi improvvisi d’umore e l’irritabilità, legati ai cambiamenti ormonali. Ovviamente, non sono un sintomo sicuro, visto che sono tratti caratteristici anche della sindrome premestruale, che colpisce nei giorni che precedono l’arrivo delle mestruazioni.

Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *